Home Albo Pretorio Chi siamo Istituzioni

Università Agraria

di Tolfa

Piazza V. Veneto 12

00059 Tolfa (RM)

Tel. 076692007

Fax. 0766949056

e-mail:

unagraria@libero.it


CHI SIAMO

Stemma dell'Università Agraria di TolfaL’Università Agraria di Tolfa deriva dalla riunione, avvenuta nel 1868, delle due Università preesistenti, L’Università degli Agricoltori e Boattieri e L’Università di Mosceria (piccoli possidenti di bestiame bovino ed equino), in una unica “Università degli Agricoltori e Possidenti di bestiame”. La prima istituzione delle due Università, di Agricoltori e Boattieri di Mosceria, risale a tempi antichissimi:
- secondo la tradizione l’Università degli Agricoltori e Boattieri ha avuto inizio nel 1620 ma non prima del 1767 ridusse a sistema le sue antiche costumanze. E’ in detta epoca che risulta annotata nei registri una prima adunanza degli agricoltori e boattieri;
- L’Università di Mosceria ha una origine meno antica; si attribuisce all’anno 1710 ma soltanto nel 1735 iniziò a registrare i primi atti. Le due Università si sono rette con le norme che, nel tempo, venivano stabilite nelle rispettive “Congregazioni”.
Il primo regolamento fu approvato con Chirografo emanato dal Pontefice Pio VII° in data 4 giugno 1820.
Avvenuta la divisione dei beni tra i cittadini di Tolfa e della sua frazione Allumiere, eretta a Comune, le due Università, riunite in una sola, ebbero un secondo Regolamento compilato nel 1868, approvato dal Consiglio dei Ministri, sentito il Consiglio di Stato, il 5 gennaio 1870. La Università Agraria è stata riconosciuta persona giuridica con legge 4 agosto 1894 n. 397 “Ordinamento dei domini collettivi nelle Provincie dell’ex Stato Pontificio”. In seguito a detta legge fu compilato il nuovo Regolamento deliberato dall’Assemblea in seduta del 7 novembre 1896, approvato dalla G.P.A. il 26 marzo 1897.
L’Utenza in tale nuovo Regolamento era stata riservata, come già nei vecchi Statuti, alla sola classe dei possidenti di bestiame equino e bovino nativi del luogo. Successivamente, in seguito alla sentenza della R. Corte di Appello di Roma del 17 febbraio – 14 marzo 1914, fu provveduto a modificare delle norme regolamentari ammettendosi al godimento delle terre comuni ed al diritto di utenza la classe dei braccianti terrazzieri. Il riconoscimento di tali diritti fu effettuato con il Regolamento compilato nel 1920 ed approvato dalla G.P.A. il 1 febbraio 1921, con verbale n. 294.
Con l’entrata in vigore della L. 16 giugno 1927 n. 1766 e del relativo Regolamento di esecuzione approvato con R.D. 26 febbraio 1928 n. 332, fu compilato un nuovo Statuto, approvato con Delibera commissariale n. 129, del 27 giugno 1932 ed approvato dalla G.P.A. il 2 agosto 1932, in conformità alle norme in materia di uso civico, riservandosi il diritto di utenza ai cittadini Capi-famiglia.
Varie e successive deliberazioni modificarono alcune parti dello Statuto finché si è pervenuti a quello del 1954 (Delibera n. 112, del 10.07.1954, approvata dalla G.P.A. il 15.07.1954), con il quale si è esteso il diritto di utenza a tutti i cittadini maggiorenni.
Con deliberazione Comm.le n. 134, del 12.07.1961, in conformità alle Legge 17.04.1957, n. 278 e del T.U. 16.05.1960, n. 570, il diritto di utenza è stato esteso a tutti i cittadini iscritti nei registri della popolazione del comune di Tolfa che risiedono stabilmente nello stesso Comune.
Successivamente in conformità a quanto previsto dalla Legge 8.6.1990, n. 142, è stato approvato con D.C. n. 25, del 28.10.1992 il nuovo Statuto.
A seguito dell’emanazione di disposizioni legislative, modificative, integrative e sostitutive dell’ordinamento delle autonomie locali (D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e successive modifiche ed integrazioni) con deliberazione consiliare n. 1, del 05.01.2006 è stato approvato il nuovo Statuto.